Avete già usato il nontessuto per la cartellonistica? Se non ci avete ancora provato e continuate ad utilizzare solo carta o plastica, siamo sicuri che vi faremo cambiare idea…

La vostra pubblicità infatti deve essere veicolata al meglio e il tessuto non tessuto è il supporto migliore per tantissimi utilizzi, soprattutto in esterni.

La pubblicità per esterni

Con il termine di “pubblicità per esterni”, o “pubblicità esterna”, si intendono cartelloni, striscioni, le cosiddette “vele” che si vedono spesso fuori da negozi o concessionari, applicazioni su edifici o su mezzi pubblici e tutti gli altri richiami visivi o multimediali che parlano dell’azienda o del suo prodotto.

Tralasciando le pubblicità multimediali come possono essere ad esempio totem o installazioni audio-video, concentriamoci sui supporti per le sole pubblicità visive.

Tutti noi abbiamo dimestichezza con i cartelloni o gli striscioni che affollano le nostre strade, non tutti però ci fermiamo a riflettere su quali siano i materiali che possono essere un valido supporto a quelle immagini colorate ed invitanti.

Il nontessuto per cartellonistica

Prendiamo ad esempio la cartellonistica, intendendo con questo termine cartelli, striscioni, insegne, vetrofanie di ogni forma e dimensione. I supporti principali sono quattro: carta, stoffa, plastica rigida o pellicola adesiva (di solito fatta comunque di materiali plastici).

Ebbene, il tessuto non tessuto si rivela una scelta eccellente per sostituire la stoffa o la carta in caso di striscioni o cartelli di grandi dimensioni.

I motivi sono evidenti a chiunque conosca le caratteristiche di questo materiale così versatile:

  • È robusto e durevole.
  • È economico.
  • I colori restano brillanti nel tempo anche sotto le intemperie: nessun rischio di scritte che si scoloriscano con la pioggia (come con carta e cartone) o che si sbiadiscano sotto il sole (come con il cotone stampato).
  • È facile da stampare e personalizzare, permettendo immagini e scritte nitide e di alta qualità.
  • Troppo smog si è depositato ed ha annerito il pannello esposto fuori dal negozio? Il tessuto non tessuto è anche lavabile con estrema facilità e può essere quindi la base fisica migliore per un investimento di marketing duraturo.

Soprattutto, quello che fa del nontessuto un ottimo materiale per la cartellonistica è la sua versatilità. Scegliendo le apposite grammature (a cui corrispondono nontessuti più leggeri o più spessi) e gli appositi trattamenti si possono ottenere infatti materiali su misura delle proprie esigenze.

Quando si passa alla stampa, poi, si ottengono immagini e scritte di alta qualità (purché il lavoro sia fatto a regola d’arte).

Non solo esterni…

Grazie a queste caratteristiche, il tessuto non tessuto è usato sempre di più anche per pannelli informativi interni ai negozi o magari per quei cartelli di varie dimensioni che possono essere posizionati indipendentemente fuori o dentro il negozio.

Fra l’altro si tratta di un materiale facilmente lavabile (come già detto) e anche molto più sicuro di carta o stoffa in relazione al rischio di incendi.

Forse per questo è sempre più utilizzato anche per cartelli di piccole o addirittura piccolissime dimensioni… dallo striscione lungo vari metri fino alle etichette di pochi centimetri, il tessuto non tessuto è il supporto ideale per le tue informazioni e il tuo marketing.

Vuoi saperne di più o richiedere un preventivo? Contattaci. Il nostro reparto dedicato allo sviluppo prodotto sarà in grado di assisterti nella scelta della tipologia di nontessuto per cartellonistica più adatto alle tue esigenze.